Le vittime del Coronavirus

Nella valanga di dati e di cifre sul Coronavirus, che ogni minuto si riversa nelle nostre case, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi al Covid-19, elaborando per il nostro Paese i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, aggiornati al 13 marzo 2020, quando il numero dei decessi era fermo a 1.016 persone.

Qual è la distribuzione geografica dei decessi?

  • Abruzzo: 2
  • Bolzano: 1
  • Emilia-Romagna: 146
  • Friuli-Venezia Giulia: 5
  • Lazio: 9
  • Liguria: 13
  • Lombardia: 762
  • Marche: 3
  • Piemonte: 18
  • Puglia: 5
  • Toscana: 3
  • Trento: 1
  • Veneto: 48
  • Totale: 1.016

Qual è l’età media dei decessi positivi al Covid-19?

L’età media dei pazienti deceduti e positivi al Covid-19 è di 79,4 anni. Le donne sono 289 (28,4%). L’età media dei pazienti deceduti positivi al Covid-19 è più alta di circa 15 anni rispetto a quella dei pazienti che hanno contratto l’infezione (età medie: pazienti deceduti 80 anni / pazienti con infezione 65 anni).

Qual è il numero dei decessi per fascia di età?

  • 30-39 anni:        2
  • 40-49 anni:        4
  • 50-59 anni:      25
  • 60-69 anni:      80
  • 70-79 anni:    362
  • 80-89 anni:    445
  • 90+ anni:         98

Le donne decedute, dopo aver contratto infezione da COVID-19, hanno un’età più alta rispetto agli uomini (età media: donne 84; uomini 79). La letalità, in tutti i soggetti, aumenta in maniera marcata dopo i 70 anni.

Terapia intensiva. Secondo uno studio dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, fra due/tre settimane, quando l’infezione presumibilmente picchierà più duro, ne serviranno almeno 4.000 mila in più, in tutta Italia (attualmente sono cinquemila).

Quali sono le patologie preesistenti nei pazienti deceduti a seguito di infezione da Coronavirus?

  • Cardiopatia ischemica: 100
  • Fibrillazione atriale: 71
  • Ictus: 22
  • Ipertensione arteriosa: 205
  • Diabete mellito: 100
  • Demenza: 12
  • BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva): 26
  • Cancro attivo negli ultimi 5 anni: 52
  • Epatopatia cronica: 7
  • Insufficienza renale cronica: 47

Questo dato è stato ottenuto in 268 dei 1.016 deceduti (26,4% del campione complessivo). Complessivamente, 3 pazienti non presentavano alcuna patologia, 70 pazienti presentavano una sola patologia, 69 pazienti presentavano due patologie e 126 pazienti presentavano tre o più patologie.

I sintomi di maggiore riscontro nei pazienti deceduti positivi al Covid-19 sono stati la dispnea (fame d’aria), la febbre, la tosse e, in minor misura, la diarrea e l’emottisi (emissione di sangue, solitamente con un colpo di tosse).

La complicanza più comunemente osservata in questo campione è l’insufficienza respiratoria, seguita da shock, danno renale acuto e sovrainfezione.

Ci sono decessi di età inferiore ai 40 anni?

Al 13 marzo sono due i pazienti deceduti COVID-19 positivi di età inferiore ai 40 anni. Si tratta di un uomo di 39 anni con preesistenti patologie psichiatriche, diabete e obesità, deceduto in casa e di una donna, anche lei di 39 anni, con preesistente patologia neoplastica, deceduta in ospedale.

Fonte: Istituto Superiore di Sanità.

 

 

 

error: Content is protected !!