Lesioni personali aggravate: arrestato il medico di Calimera

Agli arresti domiciliari il medico di base che martedì 2 aprile, al termine di una lite, ha aggredito selvaggiamente a calci e pugni un suo anziano assistito, procurandogli la frattura di alcune costole.

I Carabinieri di Calimera hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari firmata dal Gip del Tribunale di Lecce Giulia Proto, su richiesta della locale Procura della Repubblica, per il reato di lesioni personali aggravate a carico del medico 57enne dell’ASL di Lecce che nel pomeriggio di giovedì 2 aprile, fuori dal proprio studio medico, ha aggredito a calci e pugni un proprio assistito, 85enne di Calimera, che aveva richiesto spiegazioni in merito ad una prescrizione medica per una visita ortopedica.

I militari dell’Arma, prontamente intervenuti su richiesta di alcuni testimoni, hanno sin da subito percepito la gravità dei fatti e, dopo aver allertato i medici del 118, hanno avviato le indagini acquisendo un filmato video che riprendeva l’accaduto e procedendo a verbalizzare le dichiarazioni dei presenti e successivamente, in ospedale, a raccogliere la denuncia del malcapitato.

L’attività dell’Arma, coordinata dal sostituto procuratore Massimiliano Carducci, titolare del fascicolo processuale, e dal procuratore capo Leonardo Leone De Castris, ha consentito nell’immediato di raccogliere e suffragare la gravità indiziaria a carico del medico di base, che questo pomeriggio è stato arrestato e posto ai domiciliari.

L’anziano è ricoverato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove i sanitari hanno diagnosticato la frattura di alcune costole, con prognosi di 25 giorni.

error: Content is protected !!