Antidepressivi per dimagrire, arrestato il medico

Nei guai un medico di Torino e due farmaciste di Pistoia per avere prescritto e somministrato ansiolitici e antidepressivi come dimagranti. L'operazione è dei carabinieri del NAS di Firenze e di Torino.

I Carabinieri del NAS di Firenze e di Torino, al termine di un’attività d’indagine finalizzata al contrasto della prescrizione illegale di preparazioni magistrali a scopo dimagrante, hanno eseguito questa mattina a Torino e Pistoia un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un medico e di due farmaciste.

L’indagine è partita nel gennaio di quest’anno, quando nel corso di una verifica ispettiva di una farmacia di Pistoia i carabinieri del NAS avevano sequestrato centinaia di ricette contenenti prescrizioni di farmaci vietati per scopi dimagranti.

Tutte le ricette recavano la firma di un medico torinese, posto ora agli arresti domiciliari, specializzato in Scienza dell’Alimentazione – Indirizzo Dietologico e Dietoterapico, con studi medici a Torino e Pistoia.

La specifica specializzazione del medico aveva spinto i militari ad approfondire le indagini, grazie alle quali si è accertato che il professionista, tra il 2017 e il 2018, aveva compilato, in favore di pazienti che si erano rivolti a lui per perdere peso, centinaia di ricette contenenti prescrizioni di diverse tipologie di farmaci (preparazioni magistrali in capsule da preparare in farmacia), anche ad azione stupefacente e/o psicotropa, da assumere per via orale in associazione tra loro, il cui utilizzo è vietato per scopi dimagranti.

Il medico aveva attestato falsamente sulle ricette che i medicinali venivano prescritti per la cura di patologie per i quali erano stati approvati (trattamenti di disturbi depressivi, ansia).

Nell’inchiesta sono coinvolte anche la titolare e una dipendente della farmacia di Pistoia, ubicata a pochi metri dallo studio medico, le quali, pur consapevoli che le prescrizioni del medico attestavano falsi stati patologici, preparavano per i suoi pazienti farmaci contenenti ansiolitici, antidepressivi e ormoni tiroidei, anche ad azione stupefacente. Per le due farmaciste il GIP del Tribunale di Pistoia, Luca Gaspari, ha disposto l’obbligo quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria.

L’attività di indagine s’inquadra nel piano dei controlli che i Carabinieri del NAS, di concerto con il Ministero della Salute, eseguono presso gli studi medici e le farmacie al fine di verificare il rispetto dei divieti e delle limitazioni imposte dalla normativa di settore, a tutela della salute pubblica.

 

error: Content is protected !!